Ott 022018

Jet Lag: 5 semplici consigli per combatterlo

Jet Lag: 5 semplici consigli per combatterlo

Il Jet Lag è quel fastidiosissimo problema che affligge molti viaggiatori dopo un volo intercontinentale. Sapere come fare a combattere (e magari battere) il Jet Lag è molto importante, perché ci permette di non “buttare via” nemmeno un’ora del nostro viaggio. Ci sono degli accorgimenti e dei trucchi che si possono adottare per cercare di non soffrire di questo problema (o comunque di alleviarlo), per poter così sfruttare al massimo ogni singolo minuto nella nostra nuova destinazione.

Ovviamente non tutti i Jet Lag sono uguali. A volte ci si trova a dover affrontare una differenza di fuso orario di 5/6 ore che si riesce a superare abbastanza agevolmente, mentre in altri casi il Jet Lag può arrivare a superare le 10 ore, ed in quei casi la situazione si fa molto più dura! E c’è differenza anche quando ci troviamo ad affrontare un viaggio verso oriente oppure verso occidente.

Ecco qua 5 semplici consigli per combatterlo, prevenirlo ed evitarlo.

Crearsi una routine giornaliera

La cosa migliore per combattere il Jet Lag è quella di crearsi una routine giornaliera cercando orientandosi verso il nuovo fuso orario. Qualche giorno prima del viaggio bisogna cercare di abituarsi, almeno parzialmente, a quello che sarà il nuovo ritmo giornaliero.

Per farlo sarà necessario andare a dormire un paio d’ore più tardi del solito nel caso in cui si viaggi verso oriente, mentre per i viaggi verso occidente bisognerà cercare di alzarsi dal letto qualche ora prima del solito.

Dormire il più possibile

Il sintomo più frustrante del Jet Lag è la costante stanchezza dovuta alle poche ore di sonno accumulate. Se dormite troppo poco il vostro corpo ve lo farà capire, perché ha bisogno riposo per poter funzionare correttamente. Quindi prima di affrontare un viaggio intercontinentale cercate sempre di essere ben riposati, dormendo il più possibile rispetto al fuso orario della vostra prossima destinazione. Sembra un consiglio scontato, ma in molti non lo seguono e poi ne pagano le conseguenze nei primi giorni del loro viaggio.



Booking.com

Scegliere il volo giusto

Noi solitamente scegliemo i voli per cercare di spendere il meno possibile (ecco qua come fare a risparmiare!) e per sfruttare il più possibile i giorni a nostra disposizione nella nostra nuova destinazione. Ma nel caso di un viaggio intercontinentale, soprattutto per quelli più lunghi, è consigliabile scegliere un volo che arrivi a destinazione attorno all’ora di pranzo. In questo modo la prima mezza giornata del vostro viaggio vi sarà utile per adeguarvi alla nuova routine giornaliera.

Scegliere il volo giusto per affrontare il Jet Lag
Scegliere il volo giusto per affrontare il Jet Lag

Cosa fare durante il viaggio

Una cosa molto importante è la gestione del viaggio aereo. Cosa dobbiamo fare durante il volo?

Viaggiando verso occidente bisogna cercare di rimanere svegli, restando attivi e bevendo molto frequentemente (non alcolici!). Il consiglio per chi viaggia verso oriente invece è diametralmente opposto. Cercate di dormire il più possibile durante il volo per arrivare a destinazioni riposati, di modo da riuscire ad adattarvi velocemente al nuovo fuso orario.

Cosa fare una volta giunti a destinazione

La luce del sole aiuta il corpo ad adeguarsi più rapidamente al nuovo ambiente, quindi sarà molto importante trascorrere quanto più tempo possibile all’aria aperta. Per un paio di giorni dall’arrivo cercate di evitare se possibile le attività troppo faticose, di modo da non stressare troppo il vostro corpo che avrà bisogno di tempo per adattarsi ai nuovi ritmi giornalieri. Sono assolutamente evitare i sonniferi, perché manderebbero ancor più in confusione l’organismo, rallentandone l’adattamento al nuovo fuso orario.

Cercate anche di seguire il ritmo di vita della località di destinazione. Il modo migliore per farlo è quello di mangiare fin da subito agli orari locali, andando a letto solo ed esclusivamente dopo il tramonto. Per favorire il risveglio nel luogo d’arrivo invece è consigliabile andare a letto tenendo le tende aperte (dove ci sono!). In questo modo l’orologio biologico del vostro corpo si riprogrammerà grazie all’esposizione alla luce.



Booking.com

Gli ultimi consigli sul Jet Lag

Quando tornate a casa dopo un lungo viaggio intercontinetale prendetevi almeno un giorno di riposo per poter gestire il Jet Lag. Non tentate di tornare al lavoro il giorno successivo dopo essere stati dall’altra parte del mondo per 2 settimane. Spesso si cerca di sfruttare al massimo ogni singolo giorno di ferie, magari rientrando a casa la notte precedente al giorno di rientro al lavoro. Ricordate che è sempre meglio perdere un giorno di ferie e salvaguardare la propria salute, dormendo correttamente prima di gettarsi nuovamente nella routine quotidiana.

Ed infine ricordate che combattere il Jet Lag non è una cosa semplice e non svanirà da solo come per magia. Ci vorrà un certo impegno da parte vostra per liberarvene, quindi prima inizierete ad affrontarlo e prima riuscirete a sbarazzarvene!

Gestire il fuso orario con il Jet Lag
Gestire il fuso orario con il Jet Lag

Reader Comments

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *