Mar 272019
I nostri viaggi: cinque giorni ad Amsterdam

I nostri viaggi: cinque giorni ad Amsterdam

Oggi vi parliamo del bellissimo viaggio di cinque giorni ad Amsterdam che abbiamo fatto nel mese di maggio del 2017. La capitale dei Paesi Bassi traspira storia e fascino, ed è senza dubbio una delle mete turistiche più interessanti d’Europa, soprattutto in primavera. L’Olanda è il regno dei tulipani, ed il periodo dell’anno che va dalla fine di marzo alla fine di maggio è senza dubbio il migliore per visitarla.

Come ogni anno, anche nel 2017 abbiamo iniziare a pianificare il nostro viaggio all’estero a partire dall’inizio di gennaio. Prima abbiamo acquistato i biglietti aerei, e poi ci siamo dedicati alla pianificazione di tutto il resto.

Andiamo insieme alla scoperta di questa splendida città!

Primo giorno

Siamo partiti dall’aeroporto di Pisa la mattina di giovedì 18 maggio alle 7.30 e siamo atterrati alle 9.00 in punto all’aeroporto di Eindhoven, dove fa scalo Ryanair. Dopo aver ritirato i nostri bagagli (a quel tempo non avevamo ancora il mitico trolley Cabin Max), siamo usciti dall’aeroporto ed abbiamo preso la navetta che in circa 30′ ci ha portati fino alla stazione centrale di Eindhoven. Il viaggio in treno con l’Intercity è andato alla grande ed in un’ora e mezzo abbiamo raggiunto la stazione di Amsterdam Sloterdijk.

Per il nostro soggiorno infatti avevamo scelto il Meininger Hotel City West, che si trova a pochi passi dalla stazione di Amsterdam Sloterdijk. E’ un albergo nuovo, tenuto veramente molto bene, dotato di camere spaziose. La struttura è divia tra Hotel ed Ostello (è possibile utilizzare anche una grande cucina al piano terra) e viene scelta sia dalle famiglie che dai giovani. L’albergo si trova a soli 15 minuti di auto dall’Aeroporto di Schiphol, mentre la stazione di Amsterdam Central può essere raggiunta in appena 5 minuti con il treno.

Dopo aver fatto il check-in abbiamo lasciato le nostre valigie al deposito bagagli (siamo arrivati in albergo prima di mezzogiorno, ma la camera era disponibile dalle ore 15) e poi ci siamo diretti subito verso il centro di Amsterdam.

Una volta usciti dalla Centraal Station abbiamo capito subito che il mezzo di trasporto più utilizzato è la bicicletta. La capitale olandese è veramente invasa da ciclisti che frecciano da una parte all’altra della città, slalomeggiando tra macchine e pedoni. Abbiamo fatto una piccola passeggiata per prendere contatto con la città e ci siamo concessi un bel cono di patatine fritte dal mitico Manneken Pis.

I nostri viaggi: cinque giorni ad Amsterdam
I nostri viaggi: cinque giorni ad Amsterdam

Nemo Science Museum

Per la nostra prima giornata in terra olandese abbiamo scelto di visitare il Nemo Science Museum, che si trova vicino alla Stazione Centrale di Amsterdam. Le bambine se lo meritavano davvero dopo il viaggio, ma alla fine è stato una bellissima scoperta anche per noi adulti. Si tratta del più grande centro scientifico dei Paesi Bassi, ed è ospitato in un edificio costruito sopra il IJ Tunnel (il tunnel serve in pratica da fondamenta del museo). Il museo è stato progettato dall’architetto italiano Renzo Piano. L’edificio di 5 piani ha un colore verde rame che lo fa assomigliare ad una nave, ma in realtà il disegno è ispirato proprio al tunnel che si trova sotto al museo (in pratica è il suo specchio).

Grazie ad una serie di attrazioni davvero divertenti, NEMO accompagna grandi e piccini nel mondo della scienza e della tecnologia tra mostre, spettacoli teatrali, attività ludiche e dimostrazioni scientifiche. La cosa bella è che i visitatori sono invitati a toccare e provare tutto quello che si trova all’interno del museo per capire come funziona. E’ un museo veramente interattivo e molto divertente!

Dopo la visita al museo abbiamo fatto ritorno all’albergo per una cena veloce prima del meritato riposo.

Nemo Science Museum Amsterdam
Nemo Science Museum

Secondo giorno

La seconda giornaa nella capitale olandese è iniziata con la visita al Museo di Van Gogh. Avevamo acquistato i biglietti tramite Get Your Guide e quindi non abbiamo dovuto aspettare per entrare. La mostra è veramente stupenda, ed include alcune delle più grandi opere del pittore olandese, tra cui anche i mitici girasoli. La mostra è organizzata su tre piani suddivisi in ordine cronologico. Vi consigliamo prendere l’audioguida in italiano con il tablet interattivo, che ha aiutato anche la nostra bambina più grande a seguire la mostra.

Usciti dal museo ci siamo concessi una passeggiata lì nei dintorni dove abbiamo potuto vedere il Rijksmuseum, di fronte al quale si trova la famosa scritta I am Amsterdam. Passeggiando abbiamo raggiunto il bellissimo quartiere residenziale di De Pijp, dove abbiamo visitato anche il mercatino di strada che dal 1905 ospita numerosi stand che vendono abbigliamento, cibo locale, fiori e altro ancora. Per il pranzo abbiamo scelto il Burger Bar De Pijp, un posto molto carino dove servono ottimi hamburger preparati sul momento.

De Pijp
De Pijp

Nel primo pomeriggioabbiamo lasciato De Pijp per fare ritorno verso il centro di Amsterdam. Siamo passati anche davanti all’Heineken Experience, ma siamo potuti entrare solo nello store perché l’accesso al museo non è consentito ai minori di 18 anni.



Booking.com

Terzo Giorno

La giornata più impegnativa è stata il terzo giorno, durante il quale avevamo in programma il tour che comprendeva Volendam, Marken, Zaanse Schans e Keukenhof.

Siamo partiti la mattina presto da Amsterdam con un autobus turistico alla volta di Volendam, un piccolo paese di pescatori che si trova nella costa sud-orientale dell’Olanda Settentrionale. Lì abbiamo visitato prima un’azienda che produce formaggio (il Cheese Factory Volendam) e poi una di dolci.

Da Volendamsiamo partiti in traghetto alla volta di Marken, un’isoletta che ospita un piccolo villaggio molto pittoresco. Lì bbiamo visto da vicino come vengono fatti gli zoccoli in legno tipici dell’Olanda.

Dopo pranzo il tour ci ha portati a Zaanse Schans, una piccola comunità di 40 case situata a nord-est di Amsterdam. La particolarità di questo posto è che qui sono attivi ancora moltissimi mulini a vento (nel XVIII secolo questa regione era un’area industriale con oltre 700 mulini a vento). Molti di questi storici mulini sono ancora in ottimo stato e rappresentano una forte attrazione turistica. Noi siamo saliti all’interno di uno di questi ed abbiamo visto come funzionava!

Zaanse Schans
Zaanse Schans

La giornata si è conclusa con la visita al giardino di Keukenhof. Era uno degli ultimi giorni di apertura del giardino, ed infatti diversi tulipani avevano già passato il momento di maggiore fioritura. Ma lo spettacolo di questi giardini è qualcosa di veramente unico. Non può mancare una visita a Keukenhof durante un viaggio di cinque giorni ad Amsterdam!

Keukenhof
Keukenhof

Quarto giorno

L’ultima giornata piena ad Amsterdam avevamo deciso di sfruttarla per girare in lungo ed in largo la città. Ma visto che le giornate in primavera sono già molto lunghe, considerando il molto tempo a disposizione, la mattina ci siamo concessi una visita allo Zoo di Amsterdam, che si trova nel quartiere di Weesperbuurt en Plantage. E’ un vero spettacolo! La maggior parte degli animali non sono in gabbia ed è possibile passeggiata all’ombra di alberi secolari, ammirando la diversità di piante e animali, viaggiando tra le stelle e assaporando l’immenso patrimonio dell’ARTIS Amsterdam Royal Zoo.

ARTIS Amsterdam Royal Zoo
ARTIS Amsterdam Royal Zoo

Quinto giorno

Visti i tempi strettissimi per andare a prendere il volo Ryanair per fare ritorno in Italia, nell’ultimo giorno non abbiamo potuto pianificare niente. La partenza era fissata per le 12:50 ad Eindhoven. La mattina ci siamo alzati con calma, ed alle 8:30 abbiamo preso il treno Intercity che in 90′ ci ha portati ad Eindhoven. Alle 11 eravamo già in aeroporto, dove abbiamo fatto una seconda colazione da Starbucks prima di imbarcarci sull’aereo. Intorno alle 14:30 siamo atterrati a Pisa ed abbiamo concluso la nostra bellissima vacanza di cinque giorni ad Amsterdam.

E’ stata una bellissima esperienza che consigiamo a tutti, in particolare alle famiglie. Le nostre bambine si sono divertite moltissimo!

Cinque giorni ad Amsterdam: le nostre spese

Biglietto aereo: Abbiamo acquistato il volo Ryanair verso la metà del mese di gennaio, trovando una buona offerta. La spesa totale per 4 persone è stata di 300€, con un bagaglio in stiva da 20kg.

Hotel: Avevamo trovato il Meininger Hotel City West su Booking, ed il prezzo ci sembrava già ottimo. Ma poi per puro caso abbiamo fatto un controllo anche sul sito dell’albergo trovando una promozione particolare per i bambini (50% di sconto). La spesa totale per il soggiorno di 5 giorni (4 notti) è stata di 625€.

Tour: Il costo del tour che comprendeva Volendam, Marken, Zaanse Schans, Keukenhof ed una crociera lungo i canali della città olandese ci è costata 285€. L’abbiamo aquistata tramite l’applicazione Get Your Guide.

Museo Van Gogh: Anche l’ingresso al Museo Van Gogh lo abbiamo acquistato con Get Your Guide. In totale abbiamo speso 34€ per 4 biglietti.

Nemo Science Museum: Per la visita al museo della scienza abbiamo acquistato i biglietti in loco. La spesa totale è stata di 66€.

Amsterdam Travel Ticket: Per sposarci abbiamo fatto l’Amsterdam Travel Ticket da 3 giorni (valido 72 ore). Ogni card aveva un prezzo di 18€ (oggi costa 19€). Si tratta di ticket cartacei con chip che sono emessi dalla GVB, la compagnia municipale dei trasporti di Amsterdam.  In totale abbiamo speso 72€ (non ricordo se c’era qualche sconto famiglia particolare). Con GVB è possibile viaggiare senza limiti su metropolitana, tram, bus e traghetti sia di giorno che di notte.

Treno: Per i viaggi da Eindhoven ad Amsterdam e viceversa abbiamo fatto i biglietti direttamente in stazione. Le bambine pagavano appena 2,50€, mentre per gli adulti il prezzo era di 19,50€ (oggi costa 20,50€). In totale tra andate e ritorno abbiamo speso 88€ per gli spostamenti.

Le spese totali sono state di 1.470€, alle quali sono da aggiungere poi i soldi spesi per mangiare e per i vari suovenir.


Reader Comments

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *