Giu 152019

Guida Blu 2019: le spiagge italiane premiate con le 5 vele

Guida Blu 2019: le spiagge italiane premiate con le 5 vele

Guida Blu 2019:: Chia premiata con le 5 vele

Cilento, Maremma e Sardegna sono le protagoniste della Guida Blu 2019. Mercoledì 12 giugno Legambiente e Touring Club Italiano hanno presentato la guida turistica dedicata al mare più bello d’Italia. Anche quest’anno la scelta non è stata semplice, visto che in Italia abbiamo oltre 7.000 km di coste che offrono paesaggi stupendi, uno diverso dall’altro, con panorami e luoghi bellissimi, ed un’infinità di splendide spiagge.

La guida Touring, che prende il nome di “Il mare più bello 2019“, è stata presentata il 12 giugno a Roma. Il massimo riconoscimento per le spiagge sono le 5 vele, riservato alle migliori località della prossima. Tra i parametri presi in considerazione c’è ovviamente la pulizia delle acque (a chi non piace il mare limpido e cristallino?), che però deve essere abbinata all’attenzione verso l’ambiente ed alla presenza di servizi sul territorio.

Scopriamo qualcosa di più!

Guida Blu 2019

Le 5 vele sono il massimo riconoscimento della Guida Blu, dove si possono trovare le migliori località in cui trascorrere una vacanza attenta all’ambiente, all’insegna di natura e acqua pulita ma anche di eccellenze enogastronomiche e luoghi d’arte.

Quest’anno le 5 vele hanno premiato 32 lidi italiani in 16 comprensori turistici. In testa a questa speciale classifica c’è il Cilento Antico con Pollica (Salerno), la perla del Cilento e comune capofila tra quelli del comprensorio campano. Non poteva mancare il mare di casa nostra, quello del litorale della Maremma Toscana guidato da Castiglione della Pescaia, una delle località turistiche estive più ricercate della regione. Poi c’è la Sardegna, con la Baronia di Posada (Nuoro), il Parco di Tepilora e lo stupendo Litorale di Chia, nel comune di Domus De Maria.

A seguire cci sono Baunei (Nuoro), l’Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Lecce), la Planargia con Bosa e di nuovo la Toscana con la Costa d’Argento e l’Isola del Giglio. Non potevano mancare le Cinque Terre guidate da Vernazza, poi l’isola di Pantelleria, la Gallura Costiera e l’area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura.

Quest’anno nella Guida Blu 2019 entra un nuovo simbolo: quello dei comuni “plastic free”.

Guida Blu 2019:: Chia premiata con le 5 vele
Guida Blu 2019:: Chia premiata con le 5 vele

Le regioni più premiate

Le 5 vele marine quest’anno hanno premiato 16 comprensori turistici: 5 sono in Sardegna, 3 in Sicilia, 3 in Puglia, 2 in Campania, 2 in Toscana ed 1 in Liguria.

Attenzione all’ambiente

La guida è molto attenta anche alle azioni messe in campo per migliorare la sostenibilità ambientale delle località turistiche italiane. Lo scorso anno le Isole Tremiti adottarono un provvedimento per bandire la plastica monouso sul proprio territorio.

Quest’anno abbiamo anche i comuni plastic free ed anche la bandiera Tartalove per tutti gli stabilimenti che adottano per la propria attività sull’arenile dei criteri rispettosi verso eventuali siti di nidificazione di tartarughe marine.

Guida Blu

La Guida Blu è una guida turistica che dal 1999 viene realizzata in collaborazione da Legambiente e dal Touring Club Italiano. I due enti ogni anno analizzano i 7500 chilometri di coste italiane proponendo ai lettori una rigorosa selezione dei litorali italiani.


Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *