Gen 182020
I nostri viaggi: due giorni a Londra

Il nostro 2020 è iniziato con un bel viaggio di due giorni a Londra. Eravamo già stati nella capitale britannica nel 2016, durante i giorni delle prime votazioni per la Brexit, ma avevamo una voglia matta di tornarci per riprendere l’esplorazione di questa fantastica metropoli. Ed allora non ci abbiamo pensato due volte, e dopo aver comprato due biglietti aerei su Ryanair abbiamo iniziato a pensare al nostro back to back londinese.

Con soli due giorni a disposizione non abbiamo potuto visitare tantissime cose, ma siamo stati comunque molto contenti del nostro viaggio, che ci ha permesso di esplorare alcune zone di Londra che non avevamo ancora visto. E ce ne sono moltissime altre che ci piacerebbe vedere e che ci siamo segnati in vista dei nostri viaggi futuri nella City.

Se siete curiosi ed avete voglia di scoprire i nostri itinerari e le attrazioni che abbiamo avuto la possibilità di visitare, allora continuate la lettura dell’articolo sui nostri due giorni a Londra. Magari alcuni consigli potranno tornarvi utili in vista di una vostra prossima visita nella capitale britannica.

Due giorni a Londra

Primo giorno

Uno dei motivi per cui abbiamo scelto di organizzare un viaggio di soli due giorni a Londra è stato l’orario del volo di partenza (ed anche di quello di ritorno). Ryanair infatti parte da Bologna alle 6:20 de mattino, quindi considerando il fuso orario alle 7:20 eravamo già  con i piedi in terra inglese. Viaggiavamo senza bagagli, lo sbarco è stato rapido, ed abbiamo raggiunto velocemente il centro di Londra grazie allo Stansted Express che avevamo prenotato dall’Italia alcune settimana prima della partenza. Poco prima delle 9 quindi siamo arrivati alla stazione di Liverpool Street ed abbiamo iniziato la nostra prima giornata londinese.

Portobello Road

Dopo una breve visita agli Spitalfields Market per fare colazione, abbiamo preso la metropolitana e ci siamo diretti a Portobello Road. Come molti di voi sapranno, quello di Portobello Road è uno dei mercati più famosi di Londra. Fra le sue infinite bancarelle si può trovare veramente di tutto, come ad esempio monete, orologi, mobili, francobolli e gioielli. Ed ovviamente anche vestiti e souvenir. Il Mercato di Portobello prende il nome dalla strada che lo ospita, che ha una lunghezza di tre chilometri e che collega Nothing Hill con Ladbroke Grove. A pochi passi dall’inizio della strada, precisamene in Pembridge Road, si trova anche Koko Art, un negozio di cui vi avevamo già parlato.

Portobello Road
Portobello Road

Mowbray Court Hotel

Dopo aver visitato Portobello Road ci siamo diretti al nostro albergo, sperando di avere già la camera libera. Ma era troppo presto! Però abbiamo lasciato il nostro bagaglio e ci siamo dati una rinfrescata prima di ripartire verso il centro di Londra.

Pomeriggio e sera in centro

Una volta arrivati nel cuore della capitale, abbiamo deciso di visitare Westminster Abbey, che quattro anni prima avevamo visto solo da fuori. Sicuramente è una chiesa molto affascinante, ma sinceramente non ci ha fatto dire “Wow”. Dopo la visita abbiamo proseguito il nostro giro in centro e, dopo aver attraversato il Tamigi passando dal Westminster Bridge, abbiamo fatto una breve passeggiata prima di arrivare da Honest Burgers – South Bank per il pranzo. La scelta è stata ottima visto che il posto era molto carino ed il cibo molto buono.

Nel primo pomeriggio ha iniziato a piovere, ed allora abbiamo sfruttato l’occasione per fare un salto da Harrods. Avevamo in mente di fare un po’ di acquisti, ma alla fine siamo usciti a mani vuote dal grande magazzino di lusso londinese. Siamo risaliti con la metropolitana fino ad Oxford Circus ed abbiamo continuato nelle nostre passeggiate che ad un certo punto di hanno portato da Hamleys, un negozio di giocattoli spettacolare che si trova su Regent Street. Ed in questo caso non siamo riusciti a trattenerci dallo strisciare la nostra carta!

Ad un certo punto è calata la notte e Londra per alcuni versi è diventata ancora più bella, con le sue tante luci, in particolare quelle di Piccadilly Circus. Abbiamo macinato chilometri su chilometri e poi ci siamo concessi un’ottima cena a base di fish & chips da Rock and Sole Plaice. Vi consigliamo di provarlo, perché qui avrete la possibilità di provare il vero fish and chips londinese, con una pastella croccante ed un pesce di alta qualità.

Dopo cena abbiamo smaltito passeggiando prima a Covent Garden e poi, dopo aver fatto un salto al negozio delle M&M, abbiamo finalmente fatto ritorno in albergo al Mowbray Court Hotel.

Due giorni a Londra
Due giorni a Londra

Secondo giorno

La mattina del secondo giorno è iniziata con un’ottima ed abbondante colazione al Mowbray Court Hotel. Dopo il check-out ci siamo diretti nuovamente alla stazione della metropolitana per dare il via alla nostra seconda giornata.

Trafalgar Square e Covent Garden

La prima tappa della giornata è stata Trafalgar Square, dalla quale poi ci siamo diretti verso Covent Garden, un luogo caratteristico che merita sicuramente di essere visitato. Questa zona della città è vivace e creativa, ed ospita ogni giorno artisti e spettacoli. Ma Covent Garden è anche una rinomata meta dello shopping londinese, quindi è possibile approfittarne!

Covent Garden
Due giorni a Londra: Covent Garden

University of London e Wellcome Library

Da Covent Garden siamo risaliti verso il quartiere universitario di Londra, passando dall’immancabile Seven Dials, un incrocio stradale che si trova sempre a Covent Garden dove convergono sette strade. Il quartiere universitario è molto bello e tranquillo e regala un senso di pace per la mente.

Ma la meta più importante della mattinata era la Wellcome Library, da molti considerata la biblioteca più bella di Londra. La biblioteca è nata grazie a Sir Henry Wellcome (1853-1936), che grazie alla sua ricchezza personale ha potuto di creare una delle collezioni più ambiziose del XX secolo. Wellcome è stato un chimico che amava collezionare oggetti curiosi legati alla medicina, ed oggi questi oggetti sono esposti in modo permanentemente nell’edificio. Non perdete l’occasione di farci un salto!

Wellcome Library
Due giorni a Londra: Wellcome Library

Sky Garden

Per l’ora di pranzo avevamo prenotato una visita allo Sky Garden, il giardino più alto di Londra, che trova al 35° piano del 20 Fenchurch Street, il grattacielo della City conosciuto anche con il nome di Walkie-Talkie a causa della sua forma molto particolare, più stretta alla base e più larga in cima. Il giardino si sviluppa in altezza su tre piani, dal 35° al 37°, ed è una delle principali attrazioni di Londra,che offre anche una fantastica vista sulla città. Per prenotare la visita (gratuita) basta registrarsi al sito ufficiale.

Due giorni a Londra: Sky Garden
Due giorni a Londra: Sky Garden

Brick Lane e Shoreditch

L’ultima tappa del nostro viaggio di due giorni a Londra sono state Brick Lane e Shoreditch. Siamo nella zona di East London, che regala tantissime emozioni grazie alla sua anima vivace, colorata e piena di energia creativa. E’ difficile descrivere cosa e come sia questa zona della città, bisogna andarci ed ammirarla. Soprattutto bisogna ammirare le opere di Street Art, che non solo sono tantissime, ma anche di altissima qualità! Siamo rimasti letteralmente a bocca aperta di fronte a quei bellissimi murales!

Murales a Brick Lane
Murales a Brick Lane

Questa zona della città è veramente grande, ed avrebbe bisogno di mezza giornata per visitarla in ogni suo minimo dettaglio. Noi abbiamo passeggiato per un paio d’ore, entrando di tanto in tanto in qualche negozio vintage molto interessante. Siamo partiti dagli Old Spitalfields Market e siamo risaliti su per tutta Brick Lane, addentrandoci di tanto in tanto anche in qualche sua traversa. Siamo arrivati fino ai Boundary Gardens, per poi riscendere la Shoreditch High Street e far ritorno alla stazione di Liverpool Street, dove abbiamo ripreso il treno per tornare all’aeroporto di Stansted.

Pagamenti solo con N26

In due giorni non abbiamo utilizzato contanti. Ormai da diverso tempo quando viaggiamo utilizziamo le nostre carte contactless N26. Sono delle carte prepagate che fanno parte del circuito Mastercard. Il conto online e la carta prepagata sono completamente gestibili dallo smartphone grazie ad un’applicazione molto facile ed intuitiva da utilizzare. Il conto N26 è gratuito, quindi non prevede nessun costo di attivazione e nessun canone annuo.

Se state pensando di aprire anche voi un conto online gratuito con N26 seguite il mio link ed utilizzate il mio codice di invito.

Due giorni a Londra: le nostre spese

Biglietto aereo: Abbiamo acquistato il volo Ryanair verso la metà del mese di novembre. La compagnia low cost irlandese aveva lanciato alcune offerte molto interessanti per le varie capitali europee e noi non ci siamo fatti scappare l’occasione. Abbiamo trovato una buonissima offerta, con i biglietti a 9,99€ a tratta. Abbiamo aggiunto anche un bagaglio a mano da 10 kg da portare in cabina con ingresso prioritario ed al momento del check-in abbiamo deciso di aggiungere anche i posti (4€ l’uno, in totale 16€) per stare vicini. In totale il volo per due persone ci è costato 75,96€.

Hotel: Per la scelta dell’albergo siamo partiti dalla zona di Londra in cui volevamo alloggiare: Earls Court. Abbiamo trovato subito delle offerte interessanti attorno ai 100€ di spesa ed alla fine abbiamo prenotato il Mowbray Court Hotel per 105€ con colazione inclusa. Pochi giorni prima della partenza abbiamo visto che il prezzo iniziava a scendere, fino ad arrivare a 75€ due giorni prima  della partenza. Ed allora abbiamo disdetto (prenotiamo sempre con cancellazione gratuita) ed abbiamo riprenotato l’albergo risparmiando ben 30€! Alla fine la spesa totale per il soggiorno di una notte, con colazione inclusa, è stato di appena 75€. Un vero affare! per Londra!

Stansted Express: Per il trasferimento dall’aeroporto di Stansted fino al centro di Londra abbiamo scelto la comodità dello Stansted Express. E’ senza dubbio la soluzione più veloce per raggiungere il centro della City, ed on-line abbiamo potuto sfruttare la promozione chiamata Web-Duo. a 52 sterline. Considerando il cambio al momento dell’acquisto, la spesa totale è stata di circa 60€.

The Tube: Per quanto riguarda i trasporti, ci siamo spostati sempre con la metropolitana. Questa volta non abbiamo preso e ricarica la Oyster, ma abbiamo utilizzato le nostre carte contactless N26. Per i trasporti londinesi funzionano esattamente come una Oyster, senza però la rottura di scatole di doverla ricaricare ogni volta. Con le carte contactless infatti iene applicato il cap giornaliero, che dal 2 gennaio 2020 nelle zone 1-3 è di 8,50 sterline, ovvero poco meno di 10€, Quindi abbiamo speso circa 20€a testa, per un totale di 40€ in due.

Musei e attrazioni: L’unico museo che abbiamo visitato è stato Westminster Abbey, dove il biglietto costava 23 sterline (se lo fate online costa 21 sterline). Tutte le altre attrazioni che abbiamo visto, compreso lo Sky Garden, erano gratuite. In totale la spesa considerando il cambio stata di circa 54€.

Le spese di viaggio totali sono state di 305€, alle quali sono da aggiungere poi i soldi spesi per mangiare e per i vari souvenir. Quindi il budget totale per i nostri due giorni a Londra è stato di circa 550€.


Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *