Mag 162020

Vacanze in bicicletta sfruttando il bonus bici del Decreto Rilancio

Vacanze in bicicletta sfruttando il bonus bici del Decreto Rilancio

Domani Dove Andiamo? In bici a Central Park!

Un’idea per l’estate 2020 potrebbe essere quella di programmare delle vacanze in bicicletta, magari sfruttando il bonus bici da 500€ che è stato inserito nel Decreto Rilancio del 14 maggio. In Italia abbiamo la fortuna di avere molte piste ciclabili, alcune delle quali veramente belle!

Avete mai pensato a delle vacanze in bicicletta? Per noi quattro legare un’intera vacanza solo alle due ruote non è molto semplice, ma più di una volta abbiamo pensato di inserire delle escursioni in bicicletta all’interno degli itinerari dei nostri viaggi. Anzi, in alcuni casi l’abbiamo anche noleggiata, come la scorsa primavera a New York quando ci siamo concessi un bel giro a Central Park.

Quest’anno potrebbe essere veramente quello buono per organizzare una vacanza di questo tipo, anche se muoversi con 4 biciclette al seguito non è per niente semplice. Solitamente quando andiamo in campeggio a Punta Ala ci portiamo sempre le biciclette, però andare verso la montagna con un bagaglio di questo tipo non è facile. Ma un modo magari riusciremo a trovarlo.

Muoverci in bici, anche dei dintorni di casa nostra, è una cosa che ci piace molto. Per questo motivo avevamo già pensato di rinnovare il “parco bici“, anche perché le “bambine” crescono! Ed allora quale occasione migliore del bonus bici introdotto dal Governo nel Decreto Rilancio? Noi lo sfrutteremo sicuramente, anche per aumentare il numero delle gite fuori porta sulle due ruote che facciamo nel fine settimana. Scopriamo insieme qualcosa di più su questo incentivo!

Bonus bici: 60% sull’acquisto e massimo 500 euro

Il bonus bici prevede il rimborso del 60% della spesa fatta per l’acquisto non solo delle biciclette (sono incluse anche quelle a pedalata assistita), ma anche di monopattini, segway, monowheel e hoverboard. Il valore massimo del rimborso è di 500€. Quindi facendo due conti, acquistando una bicicletta da 500€, si potrà usufruire di un bonus di 300€, pagandola di fatto solo 200€. E così a salire, fino a raggiungere il tetto massimo dei 500€. In pratica, per poter usufruire di tutto il bonus di 500€, bisognerà acquistare una bici con prezzo di almeno 833,33€.

La bicicletta che piaceva a me è quella di Decathlon nella foto qua sotto. Ha un costo di 699,99€, quindi alla fine andrei ad usufruire di un bonus di 420€ ed il prezzo finale sarebbe di 280€. Poi ci sarebbe anche la bici per la Sofy, che cresce a vista d’occhio…..

Bonus bici: una delle biciclette che mi interessa
Bonus bici: una delle biciclette che mi interessa

Chi può usufruire del bonus bici

Possono richiedere il bonus tutti i cittadini maggiorenni residenti nei Comuni di almeno 50.000 abitanti. L’incentivo è valido anche chi abita nei capoluoghi di Regione, nei capoluoghi di Provincia e in una delle 14 Città metropolitane italiane (tra le quali Firenze, Milano, Roma, Bologna, Catania e Cagliari). Quindi noi siamo inclusi visto che rientriamo all’interno della Città metropolitana di Firenze.

La validità del bonus è retroattiva e riguarda gli acquisti effettuati a partire dal 4 maggio e fino al 31 dicembre 2020. La copertura complessiva stanziata dal Governo è di 120 milioni di euro.

Domani Dove Andiamo? In bici a Central Park!

Come viene erogato bonus?

Per il momento non sono ancora state stabilite chiaramente le modalità per poter usufruire del bonus bici. Molto probabilmente verrà realizzata una piattaforma online sul sito del Ministero dei Trasporti, alla quale potranno accedere sia i venditori che gli acquirenti.

Quindi se il bonus lo deve richiede l’acquirente, dovrà caricare lo scontrino che attesta l’acquisto di uno de mezzi inclusi nel bonus bici, per poter ricevere così il rimborso secco in un’unica soluzione.

Se invece sarà direttamente il commerciante a fare lo sconto all’acquirente, per recuperare la differenza di prezzo dovrà inserire i documenti di vendita tramite la stessa piattaforma.

Sicuramente la seconda opzione permetterebbe di non soffocare la piattaforma online per il recupero del bonus.

Piste ciclabili in Italia

Per fortuna in Italia abbiamo delle bellissime piste ciclabili. Tempo fa vi abbiamo parlato della Garda by bike, la pista ciclabile del Garda, una delle più spettacolari d’Europa. Il Trentino Alto Adige offre una grande offerta di piste ciclabili (leggi l’articolo sulle piste ciclabili del Trentino Alto Adige), ma ce ne sono alcune bellissime anche lungo i tratti costieri italiani.

In Toscana vi consigliamo la Ciclovia della Versilia, intitolata al Campionissimo Fausto Coppi, che va da Viareggio a Marina di Massa. In Liguria la ciclabile tra Levanto, Bonassola e Framura si sviluppa lungo il tracciato di una vecchia ferrovia con tanto di gallerie. E’ molto bello anche il Corridoio Verde Adriatico, che attraversa sette regioni: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Ed a chi vuol affrontare un percorso storico, consigliamo la Ciclovia dei Borboni, che si snoda tra Campania e Puglia, collegando Napoli a Bari.

Il bonus bici riempirà le piste ciclabili in Italia?
Il bonus bici riempirà le piste ciclabili in Italia?

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *