Mag 062020

L’Alto Adige e le sue tante meraviglie: le Cascate di Stanghe

L’Alto Adige e le sue tante meraviglie: le Cascate di Stanghe

Gola di Stanghe (foto www.suedtirolerland.it)

Le Cascate di Stanghe sono una delle tante meraviglie che si possono ammirare in Alto Adige. Questa regione riesce sempre a sorprendere i visitatori con i suoi fantastici panorami.

L’Alto Adige è conosciuto in tutto il mondo per la bellezza e maestosità delle sue montagne, per la sua ottima cucina e per la straordinaria varietà di paesaggi che offre: alte vette, boschi, ampie vallate, corsi d’acqua, laghi, e i suoi splendidi e caratteristici paesini da cartolina. Se siete nella zona di Vipiteno, non andatevene senza aver fatto una divertentissima e incantevole escursione alle Cascate di Stanghe.

Scopriamo insieme qualcosa di più!

Le Cascate di Stanghe

Le Cascate di Stanghe si trovano tra il caratteristico paesino di Vipiteno e La Val Racines, in Alta Val Isarco. E’ proprio qui che il Rio Racines, scavando con tutta la sua forza nel marmo bianco (anche se nei secoli i fenomeni meteorologici hanno fatto sì che oggi la roccia abbia anche toni del verde e del grigio), ha creato una delle gole più belle e suggestive d’Europa, dove le sue limpide acque impetuose si gettano nel vuoto, dando vita a questo splendido evento naturale.

Le cascate sono state rese visitabili per la prima volta dall’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe alla fine del XIX secolo, e proprio in sua memoria è stata rilasciata in ricordo una targa commemorativa.

L’escursione

Il punto più affascinante del cammino è chiamato la “chiesa”. In questo luogo la roccia forma un enorme imbuto dove l’acqua precipita verticalmente in profondità, creando per chi passa piacevolissimi spruzzi di acqua nebulizzata, come se fossero boccate di puro ossigeno.

L’escursione è lunga circa due chilometri e mezzo e parte con un percorso segnalato dal paese di Stanghe. Dopo un breve tratto fiancheggiato da abeti e ontani rossi, la strada inizia ad essere più ripida salendo fino ad arrivare a 400 metri di altezza. Da questo punto il sentiero permette di ammirare al meglio la bellezza delle sue cascate. Ponticelli in legno, terrazze a strapiombo, gradini in legno e punti panoramici, conducono attraverso la gola costeggiando la roccia da un parte e il torrente dall’altra.

L’escursione richiede circa un’ora e mezza ed il percorso è sicuro da percorrere anche con i bambini (senza passeggino). Per rifocillarsi dalla camminata, l’albergo ristorante Jaufensteg offre il suo migliore strudel per merenda, da assaporare sulla sua bellissima terrazza.

Quando deciderete di rientrare, avrete due itinerari a disposizione. E’ possibile ripercorrere il sentiero ritornando al punto di partenza, altrimenti potete scegliere una via più lunga che, attraverso il bosco, prima di ritornare a Stanghe, porta alle rovine di Castel Reifenegg.

Le Cascate di Stanghe
Le Cascate di Stanghe (foto TripAdvisor)

Informazioni utili e biglietti

Le cascate sono aperte dai primi di maggio ai primi di novembre dalle 9:00 alle 17:00 e nei mesi di luglio e agosto la chiusura è posticipata alle 18:00.

Il costo per la visita è di 5,00€ a per gli adulti,  di 3,00€ per i bambini e di 4,50€ per gruppi di almeno 20 persone.

E’ consigliato un abbigliamento da trekking o comunque scarpe da ginnastica per rendere la camminata più agevole.

Gola di Stanghe
Gola di Stanghe (foto www.suedtirolerland.it)

Dove si trovano le Cascate di Stanghe

Ecco qua di seguito le indicazioni di Google Maps da seguire per raggiungere le cascate. In Alto Adige ci sono tantissime altre bellezze da vedere, come ad esempio il fantastico Lago di Carezza.


Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *