Mag 012020
Ripartiamo dall’Italia: Strada delle 52 Gallerie, sul monte Pasubio

Strada delle 52 Gallerie (foto www.greenme.it)

La Strada delle 52 Gallerie è un’antica mulattiera militare costruita durante la Prima Guerra Mondiale sul massiccio del Monte Pasubio. E’ una strada unica nel suo genere e molto amata dagli escursionisti.

Avete mai sentito parlare del percorso delle 52 gallerie che si trova sul massiccio del Monte Pasubio, nella Prealpi Vicentine? Oggi ve lo raccontiamo noi, portandovi alla scoperta di quello che è considerato uno dei percorsi più famosi della cerchia prealpina. La strada lunga 6.555 metri deve il suo nome alle 52 gallerie scavate nella roccia che si devono superare durante il percorso.

Siete pronti a scoprirla con noi?

La Strada delle 52 Gallerie

Pur essendo una famosa via d’accesso per i trekking sul Pasubio, la Strada delle 52 Gallerie non è particolarmente nota a chi non frequenta queste montagne. In passato la strada era una mulattiera militare, che venne costruita durante la Prima Guerra Mondiale. La sua realizzazione fu di grande importanza strategica, che si rese necessaria quando gli austriaci bloccarono con le loro artiglierie i rifornimenti per l’esercito italiano, che passavano dalla strada vicina.

Unica nel suo genere, la Strada delle 52 Gallerie è lunga 6.5 chilometri, dei quali 2,3 si sviluppano nelle gallerie scavate nella roccia. I lavori di costruzione furono realizzati dalla 33ª compagnia di minatori del 5° reggimento dell’Arma del Genio dell’Esercito Italiano e furono rapidissimi: iniziarono il 6 febbraio del 1917 e terminarono nel novembre del 1917. Ci impiegarono circa 10 mesi, un tempo brevissimo considerato i mezzi che avevano a disposizione a quel tempo e il disagio del momento. La Strada delle 52 Gallerie è molto probabilmente la più imponente opera bellica realizzata durante la Prima Guerra Mondiale, un’opera unica al mondo.

Un passaggio della Strada delle 52 Gallerie (foto www.touringclub.it)

Il nome e le 52 gallerie

Ovviamente il nome è dovuto alle 52 gallerie che si possono trovare lungo il tragitto. Ad ognuna di queste gallerie, che si trovano tra dislivelli e gole profonde, nel 1991 è stato assegnato un numero progressivo ed un nome. Ed ecco qua alcuni numeri e curiosità:

  • Le dediche alle gallerie, eccetto per la 49ª e la 50ª, sono state assegnate nel 1917 dal capitano Picone.
  • La galleria più lunga è la 19ª, con oltre 300 metri di lunghezza, che come alla 20ª si avvolge più volte su stessa formando una spirale nella roccia.
  • La strada parte ad una quota di 1216 metri e termina a 1928 metri.
  • Il dislivello complessivo, contando i saliscendi dell’ultimo tratto, è di 784 metri.
  • Si raggiungono anche i 2000 metri di altitudine all’uscita della 47ª galleria
  • Durante i 10 mesi dei lavori di costruzione la 33ª compagnia ebbe quattro morti.
Le indicazioni lungo il percorso

Un’escursione della Strada delle 52 Gallerie

La Strada delle 52 Gallerie si può percorrere da Bocchetta di Campiglia al Rifugio Papa in circa 3 ore (dipende dal vostro grado di preparazione e dalle condizioni meteo). La mulattiera può essere percorsa a piedi nel periodo estivo o tarda primavera. Purtroppo a causa dei molti incidenti mortali avvenuti in passato, non è più possibile percorrere la strada in bicicletta.

Questo splendido itinerario merita sicuramente una visita sia per diversi motivi. Percorrendola ci si trova di fronte ad un panorama mozzafiato, tra guglie, precipizi, colline e pianure. Ma non è da sottovalutare anche l’aspetto storico-umano di quello che è a tutti gli effetti un capolavoro di ingegneria militare.

L’escursione è molto bella ma al tempo stesso impegnativa, quindi prima di partire valutate il vostro grado di preparazione. Il dislivello è importante, ed alcuni tratti sono un po’ esposti ai venti. Visto che alcune gallerie sono piuttosto lunghe, si raccomanda di portare al seguito una torcia elettrica, perché le gallerie non sono illuminate. Lungo il percorso non ci sono fontanelli e non c’è acqua, quindi si raccomanda di fare “rifornimento” prima della partenza. Ovviamente è necessario un abbigliamento da montagna.

A Bocchetta di Campiglia c’è un parcheggio a pagamento incustodito dove è possibile lasciare la macchina. Tenete presente che accetta solo monete, quindi organizzatevi!

Strada delle 52 Gallerie (foto www.touringclub.it)
Strada delle 52 Gallerie (foto www.touringclub.it)

Cosa dicono su Tripadvisor

Ecco qua i commenti di alcuni utenti di Tripadvisor che hanno affrontato il percorso.

Sentiero di montagna storico, 52 gallerie scavate nella roccia del Pasubio durante la grande guerra. Non e un escursione per tutti, si deve avere un minimo di allenamento per affrontare il sentiero roccioso e scivoloso dentro le buie gallerie. Al termine si arriva a circa 2000 metri ai piedi del rifugio Gen. Papa dove ci si può ristorare. Si può scendere dal lato opposto della montagna come fanno quasi tutti .Sentiero in continua e dolce discesa con ghiaia grossa e fine.Molto faticoso e a volte ci si può far male a caviglie o ginocchia per la stanchezza ma basta un po di concentrazione.E consigliato scarpe da trekking o montagna e abbigliamento adeguato, sole, caldo , pioggia e freddo possono arrivare e scomparire molto velocemente. Lo consiglio, bella esperienza.

Una escursione tra le più affascinanti ed emotivamente coinvolgente. Ci si dimentica facilmente dell’escursione e ci si rende conto fin da subito quanto l’intero tragitto sia un’unica opera eccezionale creata da gente eccezionale. Come tale è molto frequentata e pertanto è consigliabile andarci in un giorno infrasettimanale.

Bellissima escursione consiglio di partire presto per trovare parcheggio a Bocchetta Campiglia parcheggio a pagamento €6 servono monetine.L escursione è spettacolare peccato che abbiamo trovato una giornata con tanta nebbia e quindi non abbiamo potuto godere a pieno dei bei scorci mozzafiato . Le gallerie sono di varie misure per le più lunghe serve la pila alcuni passaggi sono a strapiombo ma se si resta nel sentiero niente di pericoloso, all’uscita della 52 galleria che è in discesa ci si trova davanti il rifugio Achille Papa. Consiglio a tutti gli appassionati di escursionismo questo bellissimo sentire.Da dove parte il sentiero un bellissimo bar gestito da due gentilissimi ragazzi.

Dove si trova

Per accedere al percorso bisogna arrivare fino a Bocchetta di Campiglia, dove c’è il parcheggio in cui si può lasciare la macchina prima di accere alla Strada delle 52 Gallerie. Sia partendo da Schio che partendo da Rovereto, bisogna percorrere la SS46/SP46, ed in prossimità Trattoria Ponte Verde bisogna immettersi in una strada segnalata con le indicazioni per raggiungere il percorso.

Ecco qua di seguito le indicazioni di Google Maps da seguire per raggiungere Bocchetta di Campiglia, da dove parte la mulattiera.


Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *