Lug 132018
I nostri viaggi: una settimana a Lisbona

Tram n°28

Il nostro primo viaggio all’estero del 2018 ci ha portati a Lisbona. Perché abbiamo scelto questa città? Leggendo qua e la ce la siamo immaginata carica di colori, di energia e di buon cibo! Inoltre ci è sembrata una meta giusta anche per le nostre bambine. Ed infatti durante questa splendida vacanza si sono divertite moltissimo!

Qua sotto vi racconteremo cosa abbiamo fatto giorno dopo giorno nella settimana che abbiamo trascorso nella capitale del Portogallo! Buona lettura!

Dati del viaggio a Lisbona:

  • Partenza il 14 giugno 2018
  • Ritorno il 21 giugno 2018
  • Viaggiatori: 4
  • Spesa per aereo e alloggio: 920€

Day 1

Siamo partiti nel pomeriggio da Pisa con un volo Ryanair e siamo atterrati a Lisbona poco prima di cena, dopo quasi 3 ore di volo. Ma grazie al fuso orario abbiamo guadagnato un’ora! All’aereoporto ci aspettava Bruno, l’autista consigliatoci dal proprietario della casa che avevamo preso in affitto tramite Airbnb (costo del viaggio 20€). Bruno ci ha portati proprio davanti alla porta di casa, dove ad attenderci c’era il simpaticissimo Junior (che non capiva una mazza di inglese! Ma il google traduttore ci è stato di aiuto!).

La casa si trovava nel centro di Lisbona, a due passi da Praça da Figueira, ed una volta entrati abbiamo capito che avevamo fatto un’ottima scelta (anche se per arrivare al quarto piano dovevamo salire ben 100 scalini!). La prima sera, visto il poco tempo rimasto, abbiamo optato per una cena veloce in Praça da Figueira dove avevano allestito una specie di mercatino con alcuni dei prodotti gastronomici tipici portoghesi. Dopo aver mangiato abbiamo fatto un giro nei dintorni e poi via a letto, a ricaricare le pile in vista del giorno successivo.

Il nostro appartamento a Lisbona
Il nostro appartamento a Lisbona

Day 2

Il primo “giorno pieno” è iniziato con la nostra classica colazione all’estero: Starbucks! Ormai è una tappa obbligatoria, perché Matilde (la piccina di casa) deve camminare con in mano il suo bicchierone di cioccolata calda e panna!

Dopo la colazione abbiamo fatto un giro sul lungomare di Lisbona, o meglio, lungo il fiume, visto che quello che si può ammirare nel centro della città è l’immensa foce del Fiume Tago. Camminando nel centro città (passando anche da Praça do Comércio) siamo arrivati nel quartiere dell’Alfama, il regno del Fado! Qui abbiamo iniziato il nostro tour a bordo di un tuk tuk (sono degli ape car a più posti, tutti colorati e decorati in modo diverso l’uno dall’altro. Ce ne sono centinaia in giro!).

Il giro in tuk tuk, costato 80€, è durato più di un’ora. Grazie a questo incredibile mezzo ci siamo divertiti moltissimo (soprattutto le bambine che venivano sballottate in qua e la mentre percorrevamo le ripide stradine di Lisbona) ed abbiamo potuto vedere le principali zone di Lisbona, alcune delle quali non saremo riusciti a trovare da soli!

Per il pranzo abbiamo scelto un ristorante tipico del quartiere dell’Alfama, il Clube de Fado, dove abbiamo assaggiato per la prima volta il famoso bacalhau di Lisbona! I giudizi sul ristorante sono stati discordanti fra me (che ho apprezzato) e la moglie, che è rimasta scontenta in particolar modo della poca cortesia dei “padroni di casa”.

Nel pomeriggio, dopo aver passeggiato nei vicoli dell’Alfama, ci siamo diretti al Castello di São Jorge, un posto incantevole arroccato sulla collina che domina il quartiere dell’Alfama, dove si può respirare la sua storia millenaria. Abbiamo percorso anche tutte le mura del castello, ed anche qui le bambine sono rimaste estasiate. Inoltre dal Castello si può godere di una vista stupenda su tutta la città di Lisbona! Costo del biglietto 8,50€ (bambini fino a 10 anni ingresso gratuito).

Castello di São Jorge
Castello di São Jorge, nel cuore di Lisbona

Rientrati a casa ormai a sera (tutti e 4 stanchi morti), per non macinare altri 1000 km abbiamo deciso di scegliere direttamente spaparanzati sul divano dove cenare grazie l’aiuto di The Fork. Visto le ottime recensioni e le foto accattivanti ci siamo buttati su Honorato Chiado Hamburgueres. Mai scelta fu più azzeccata! Posto molto carino, in stile industriale. Personale gentile e panini buonissimi. Tra l’altro siamo capitati proprio il giorno della partita di apertura dei mondiali tra Portogallo e Spagna, in cui Ronaldo ha fatto 3 goal! Non potete immaginare il delirio che c’era in quel posto ad ogni tiro dei portoghesi! Costo della cena: 45€.

Day 3

Questo è stato un giorno dedicato in particolar modo alle bambine. Siamo andati all’Oceanario, che abbiamo raggiunto molto facilmente utilizzando (per la prima volta dal nostro arrivo) la metropolitana. Il costo dell’ingresso per tutta la famiglia è stato di soli 47€ (perché abbiamo scelto di vedere anche la temporanea, altrimenti sarebbero stati 39€). Un posto magnifico non solo per le bambine, ma anche per noi adulti. Abbiamo visto centinaia di specie marine, tra cui anche le simpaticissime lontre che se ne stavano beate a galleggiare in acqua mentre i visitatori scattavano decine di foto!

Lontre all'oceanario di Lisbona
Lontre all’oceanario di Lisbona

Dopo un padio d’ore di visita siamo usciti e ci siamo fermati al ristorante dell’Oceanario, per un pranzo ovviamente a base di pesce che ci ha lasciati soddisfatti (ottime le polpette di bacalhau!).

Dopo il pranzo abbiamo visitato il Pavilhão do conhecimento, che si trova proprio di fronte all’Oceanario. Si tratta di un parco delle scienze veramente interessante, dove è possibile entrare in contatto con le più svariate esperienze scientifiche e tecnologiche. Abbiamo giocato con delle fionde giganti, ci siamo lanciati con le carrucole e siamo saliti su una bicicletta per pedalare su una corda sospesa per aria (c’era il trucco!). Ogni anno cambiano la sala a tema: quest’anno era dedicata agli “hungry birds”. Biglietto famiglia: 24€.

Pavilhão do conhecimento
Pavilhão do conhecimento

Usciti dal Pavilhão do conhecimento, abbiamo preso un bel gelato e fatto una passeggiata lungo il Parque das Nações. Poi ci siamo concessi un visita veloce al centro commerciale Vasco da Gama per un’pò di shopping. Prima di far ritorno a casa abbiamo fatto una sosta veloce al Jardim de Alameda, un immenso parco nel quale si trova anche la fontana della Fonte Luminosa, dove le bambine hanno potuto giocare.

Per la cena ci siamo affidati ancora una volta a The Fork. Ed anche questa volta abbiamo fatto la scelta giusta! La cena al Bread 4 You, un tipico ristorante nel centro di Lisona, è stata spettacolare! Il locale è piccolo e carino, il personale preparato e gentilissimo, ed il cibo veramente ottimo! Sofia si è innamorata del polpo con patate! Ottimi anche i dolci! La spesa è stata contenuta, appena 48€, visto che abbiamo sfruttando uno sconto del 30% con la prenotazione.

Day 4

Oggi gita alla Torre di Belém. Dopo aver fatto colazione alla Confeitaria Nacional a base di Pasteis de nata (spettacolari!), abbiamo preso uno dei vecchi tram che partivano da Praça da Figueira. Per entrare alla torre abbiamo fatto un po’ di fila, ma ne è valsa la pena! La fortezza sull’acqua è un vero spettacolo! Non a caso è un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Per arrivare sulla cima della torre è stato necessario salire una ripidissima rampa di scale. Costo: 14€ a persona (gratuito per i minori di 12 anni).

Torre di Belém a Lisbona
Torre di Belém a Lisbona

Dopo aver camminato sul lungomare ed aver pranzato, abbiamo fatto tappa alla pasticceria Pasteis de Belém per comprare i loro famosi Pasteis de nata. Poi siamo ritornati verso il centro di Lisbona utilizzando il treno e scendendo al capolinea Cais do Sodré. Dopo aver visitato il Time Out Market, un mercato alimentare molto interessante, abbiamo fatto ritorno al nostro appartamento.

Dopo un giro nel quartiere Bairro Alto, dove abbiamo visitato uno dei punti panoramici della città, siamo andati a cena. Questa volta abbiamo optato per una bella pizza che abbiamo mangiato “on the go” in Praça do Comércio.

Day 5

Gita fuori porta in quel di Cascais. Una volta arrivati a destinazione, grazie alla linea ferroviaria che va da Cais do Sodré alla località balneare, ci siamo diretti subito verso la spiaggia. Abbiamo optato per Praia da Conceição, una spiaggia sabbiosa molto ampia. Acqua limpida e ghiacciata, ma ovviamente non abbiamo perso l’occasione per farci un bel bagno nell’Oceano!

Pronti per un bel bagno nell'Oceano!
Pronti per un bel bagno nell’Oceano!

Siamo stati in spiaggia circa 3 ore. Poi abbiamo fatto una bella doccia rinfrescante (docce gratuite) ed abbiamo pranzato al Bar da Praia, un grazioso locale con vista mare, dove abbiamo gustato alcune specialità a base di pesce (ad esclusione della Matilde che ha preso una pizza). Pranzo ottimo!

Dopo pranzo ci siamo incamminati sotto il sole cocente verso la mitica Boca di Inferno. Un posto assolutamente da vedere, dove si possono ammirare le splendide scogliere a picco sul mare della costa occidentale del Portogallo! La particolare conformazione geologica delle rocce ha permesso, nel corso dei secoli, la formazione di cavità nate grazie all’azione del mare.

Boca di Inferno
Boca di Inferno

Dopo aver fatto una pausa rinfrescante, ci siamo concessi un giretto tra le viuzze di Cascais. Il paese è veramente molto bello, ricco di colori, oltre che pieno di negozi di souvenir e di ristoranti.

Per la cena abbiamo scelto il The B Temple, nel quartiere Bairro Alto. E’ un locale molto ben curato, dove si possono leggere praticamente ovunque citazioni di personaggi famosi. La cucina serve hamburger gourmet molto gustosi, preparati seguendo ricette fantasiose. Anche il personale è stato veramente molto gentile. E’ sicuramente un posto da non perdere per una cena a Lisbona! Costo totale: 42€ considerando 4 hamburger (serviti con delle buonissime patatine), una birra, due bibite ed un’acqua.

Day 6

Una delle giornate più belle è stata quella che abbiamo trascorso a Sintra. Sapevamo che ci sarebbero state tante cose da vedere, così siamo partiti molto presto dalla stazione di Rossio, ed in circa 40′ siamo arrivati a destinazione (costo del biglietto andata e ritorno per tutta la famiglia 13,20€ mi pare).

Appena arrivati a Sintra abbiamo fatto il biglietto valido per un numero di corse illimitate sull’autobus e siamo partiti verso il bellissimo Palácio Nacional da Pena. E’ un bellissimo palazzo risalente al XIX secolo, edificato in stile romantico sul sito di un ex convento. Il palazzo si trova su una collina, immerso nel verde, ed è veramente un posto incantato. Noi abbiamo scelto di visitare solo l’esterno del castello e tutto l’immenso giardino (ora, non proprio tutto, perché non sarebbe bastata una giornata intera!). Il palazzo, frutto del genio creativo di D. Fernando II, è stato costruito per essere osservato da qualsiasi punto del parco, mentre nei giardini circostanti si trovano oltre cinquecento specie di alberi provenienti da ogni parte del mondo.

Palácio Nacional da Pena
Palácio Nacional da Pena

Dopo la lunga visita al Palácio Nacional da Pena abbiamo fatto ritorno nel centro storico di Sintra, sempre utilizzando l’autobus ovviamente! Ci siamo rifocillati con un buon pranzo al ristorante Bristol (grazie alla scelta della santa moglie) e poi siamo partiti a piedi alla volta di Quinta da Regaleira, un bellissimo palazzo risalente ai primi del ‘900 e costruito all’interno di un immenso parco. Il palazzo e i giardini della Quinta da Regaleira sono stati inseriti nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO.

Oltre al bellissimo palazzo, nel giardino troviamo torri di avvistamento,  passaggi sotterranei, una cappella ed un museo. Ogni giorno vengono organizzati eventi e spettacoli (noi abbiamo assistito ad una simpatica esibizione di marionette).

Al rientro da Sintra eravamo stanchissimi ed abbiamo optato per una cena voltante nel mercatino enogastronomico sotto casa.

Quinta da Regaleira
Quinta da Regaleira

Day 7

L’ultimo giorno pieno a Lisbona lo abbiamo utilizzato per visitare le zone della città che ancora ci mancavano. Abbiamo passeggiato lungo il viale Avenue de la Libertade, poi siamo scesi verso il Jardim de Estrela, dove ci sono degli alberi secolari, e siamo entrati per una visita veloce nella Basilica de Estrela, edificata alla fine del XVIII secolo. Purtroppo a cavallo dell’ora di pranzo siamo incappati in una pioggerella passeggera che ci ha scombussolato un po’ i piani, ma non è andata così male….

Il ritorno dalla Basilica de Estrela fino all’appartamento abbiamo utilizzato il miglior mezzo di locomozione al mondo: le nostre gambe! Ci siamo fatti una bella passeggiata, seguendo parte del percorso del famoso Tram n°28. Siamo passati dal coloratissimo Bairro Alto, un quartiere molto rumoroso e pieno di vita, e lungo la strada ci siamo fermati alla Pastelaria Orion (che vi consigliamo vivamente!) per mangiare l’ennesimo Pasteis de nata della nostra vacanza.

Dopo aver fatto qualche acquisto, vista la bella giornata, abbiamo deciso di cenare mangiandoci una bella pizza in riva al fiume sempre in Praça do Comércio.

Il Tram n°28 di Lisbona
Il Tram n°28 di Lisbona

Day 8

L’ultimo giorno a Lisbona è iniziato prestissimo. Abbiamo deciso di liberare velocemente la casa (il termine ultimo erano le 12), per avere più tempo possibile a disposizione. Verso le 9:00 eravamo già alla stazione Rossio, dove c’è un comodo servizio automatico di deposito bagagli.

Dopo aver “mollato” le nostre valigie siamo andati nuovamente a Starbucks per una ricca colazione. Visto che fuori pioveva abbiamo preso la metro fino a São Sebastião, dove ci siamo concessi una visita ad un grande centro commerciale per un’pò di shopping dell’ultimo minuto. Abbiamo pranzato e siamo tornati in città, per l’ultimo tour di Lisbona prima della partenza.

Dopo pranzo c’era un bellissimo sole, quindi passeggiando abbiamo avuto l’occasione di visitare prima la Chiesa di Santo António, il patrono di Lisbona, e poi la Cattedrale di Lisbona. Dopo un ultimo giro per le vie del centro, durante il quale abbiamo sfruttato l’occasione per mangiare qualche altro Pasteis de nata, ci siamo diretti verso la stazione per recuperare le nostre valigie. Intorno alle 16:30 abbiamo preso la metro, ed in circa 30′ siamo giunti all’aeroporto di Lisbona, dove alle 20 avevamo l’aereo per fare ritorno a casa.

La vacanza è stata spettacolare e lunghissima! Quindi nel nostro racconto abbiamo tralasciato diverse cose, delle quali magari parleremo in qualche altra occasione. Se avete qualche domanda da farci non esitate a contattarci. Potete farlo commentato questo post, scrivendo una mail a info@domanidoveandiamo.it, oppure scrivendoci sulla nostra Pagina Facebook o sul Gruppo Facebook della nostra pagina.

Lisbona by night
Lisbona by night