Ott 132019
I nostri viaggi: cinque giorni a Vienna

Cinque giorni a Vienna

Oggi vi parliamo del bellissimo viaggio di cinque giorni a Vienna che abbiamo fatto ad inizio settembre. Era la prima volta che visitavamo questa bellissima città. La capitale dell’Austria è affascinante sotto molti punti di vista ed abbiamo capito subito perché è stata dichiarata dall’Economist Intelligence Unit la città dove si vive meglio al mondo.

Tra edifici imperiali e resti romani, la città ha molto da offrire dal punto di vista turistico, ed ai nostri occhi è apparsa come un museo a cielo aperto. Muoversi per la città è stato molto semplice grazie all’ottima rete urbana di trasporti, ed inoltre è stato piacevole e rilassante passeggiare tra le stradine della capitale austriaca al ritmo dei viennesi, che si muovono tranquillamente a bordo dei loro monopattini (ce ne sono anche tantissimi elettrici in ogni angolo della città). Abbiamo apprezzato veramente tanto anche l’alto senso di civiltà e la grande pulizia.

Andiamo insieme alla scoperta di questa splendida città! Vi racconteremo i nostri itinerari e le attrazioni che abbiamo avuto la possibilità di visitate nel corso delle nostre vacanze.

Cinque giorni a Vienna

Primo giorno

Siamo partiti dall’aeroporto di Bologna la mattina alle 8.15 ed alle 9.35 eravamo già atterrati all’aeroporto di Vienna, che si trova ad una ventina di chilometri dal centro della città. Abbiamo viaggiato leggeri, portando con noi solo 3 bagagli a mano, con due comodi Cabin Max ed un trolley classico per le bambine. Per questo motivo, una volta scesi dall’aereo, siamo andati a ritirare le nostre Vienna City Card (con transfer incluso) e poi ci siamo diretti alla stazione del CAT (City Airport Train) che in appena 16′ collega l’aeroporto al centro della città. Abbiamo proseguito con la metropolitana per raggiungere il nostro albergo, il Meininger Hotel Wien Downtown Sissi, che si trova nel quartiere di Leopoldstadt, a pochi passi dall’Augarten.

Alla scoperta del centro storico

Dopo aver fatto il check-in in albergo, ci siamo diretti verso il centro storico di Vienna. Siamo rimasti subito affascinati dalla bellezza della capitale austriaca. Abbiamo sfruttato le nostre prime ore viennesi per camminare lungo le vie del centro storico della città ed iniziare a prendere familiarità con il ritmo della  capitale austriaca. Ed appena è arrivata l’ora del pranzo abbiamo assaggiato i tipici hot dog austriaci da Wiener Würstl, che proponeva vari tipi di wustel e diverse salse.

Natural History Museum

Dopo pranzo, visto che il meteo non era molto promettente, abbiamo deciso di visitare il Natural History Museum, uno dei musei di storia natural più grandi al mondo. Al suo interno ci sono moltissime collezioni, da quelle degli insetti fino alle pietre preziose e ai minerali. Ovviamente non mancava la Sala dei Dinosauri, che è stata la più interessante sia per noi che per le nostre bambine.

Sinceramente la visita al museo non è stata elettrizzante come ci aspettavamo. Sarà stata la stanchezza del viaggio (eravamo in piedi dalle 6 del mattino), o forse il fatto che solo pochi mesi prima avevamo già visitato il Natural History Museum di New York che ci ha fatto tutto un altro effetto.

MuseumsQuartier

Prima di far ritorno in albergo, abbiamo fatto una passeggiata nella zona del MuseumsQuartier, prima di fare ritorno in albergo per il meritato riposo.

Secondo giorno

Palazzo di Schönbrunn

Per la seconda giornata avevamo prenotato la visita al bellissimo Palazzo di Schönbrunn. Grazie alla Linea 4 della metropolitana siamo riusciti a raggiungere il palazzo abbastanza velocemente, ed una volta arrivati all’ingresso ci siamo diretti alle casse per ritirare due accrediti e per acquistare i biglietti per le nostre bambine. L’ex residenza estiva degli Asburgo si caratterizza per le lussuose camere imperiali, ma la cosa più bella è il magnifico ed immenso giardino che la circonda!

Il parco della Reggia di Schönbrunn è accessibile gratuitamente a tutti visitatori durante tutto l’anno. Al suo interno troviamo impressionanti fontane, statue, monumenti, labirinti, alberi e fiori.

Palazzo di Schönbrunn
Palazzo di Schönbrunn
Il Giardino Zoologico di Schönbrunn

Ovviamente, visto che eravamo in zona, non poteva mancare una visita al Giardino Zoologico di Schönbrunn. Lo “zoo più antico del mondo” (ha oltre 250 anni) ospita oltre 700 specie di animali tra cui l’orso bianco, la tigre della Siberia, il leone, l’ippopotamo, il rinoceronte ed anche il panda!!! E proprio il panda ci ha fatto attendere fino a pochi minuti prima della chiusura per farsi vedere!

La cena da 7Stern Bräu

Per la cena abbiamo optato per il 7Stern Bräu, una birreria veramente molto carina dove abbiamo gustato alcuni piatti tipici viennesi spendendo il giusto. Da bere abbiamo ordinato la birra stagionale, che varia a seconda del periodo dell’anno e che viene prodotta artigianalmente all’interno del loro birrificio. Poi abbiamo assaggiato un’ottima Wiener Schnitzel, un ottimo arrosto di maiale con crauti e canederli di pane servito in salsa di birra ed un piatto con 7 Würstel di Norimberga.

Insomma, l’esperienza è stata veramente ottima, quindi vi consigliamo di provare il 7Stern Bräu se andate in viaggio a Vienna!

Terzo giorno

Colazione da Gerstner

La terza giornata dei nostri cinque giorni a Vienna è iniziata con una favolosa colazione da Gerstner. E’ una pasticceria di alto livello. Il locale è bellissimo e curato nei minimi dettagli, il servizio eccellente ed i dolci serviti sono letteralmente squisiti! Abbiamo assaggiato due fette della classica Sachertorte, una fetta di torta alla frutta ed un’altra torta al cioccolato. La spesa totale, comprese le bevande, è stata di circa 30€. Ovviamente è cara rispetto ai nostri standard, ma ne è valsa la pena.

Colazione da Gerstner
Colazione da Gerstner
Naschmarkt, Karlskirche e Belvedere

Nella seconda parte della mattinata abbiamo fatto una passeggiata al Naschmarkt, il mercato più famoso di Vienna, con quasi 120 tra bancarelle e locali. Con tutti i suoi colori ed odori, il Naschmarkt propone un’offerta alimentare molto variegata, che spazia dalla cucina viennese a quella indiana, vietnamita e italiana. Nonostante avessimo fatto un’abbondante colazione, non ci siamo fatti mancare qualche assaggio ed abbiamo lasciato il mercato viennese mangiando degli ottimi brezel.

Naschmarkt
Naschmarkt

Abbiamo proseguito la nostra visita al distretto di Wieden visitando l’imponente chiesa barocca di Karlskirche, veramente favolosa! Poi, sempre rigorosamente a piedi, abbiamo continuato la nostra passeggiata fino alla Chiesa di St. Elizabeth e poi fino al Castello del Belvedere, del quale abbiamo visitato solo i bellissimi giardini (sia quello superiore che quello inferiore).

L'imponente chiesa barocca di Karlskirche
L”imponente chiesa barocca di Karlskirche
Weißgerber, Hundertwasserhaus e Prater

Dopo una sosta per un pranzo on the road, ci siamo diretti verso il quartiere di Weißgerber utilizzando il filobus. La nostra meta era Hundertwasserhaus (Casa di Hundertwasser), una delle principali attrazioni architettoniche di tutta l’Austria. Il complesso di edifici progettati da Friedensreich Hundertwasser attira visitatori da tutto il mondo. Qui i colori vivaci della Hundertwasserhaus attraggono inesorabilmente gli sguardi dei visitatori, ed anche noi siamo rimasti letteralmente a bocca aperta di fronte a questi capolavori architettonici.

Cinque giorni a Vienna: Hundertwasserhaus
Cinque giorni a Vienna: Hundertwasserhaus

Vista la bellissima giornata di sole, nella seconda parte del pomeriggio abbiamo deciso di fare tappa al Prater. Qui abbiamo potuto ammirare la ruota panoramica, costruita nel 1897, che è uno dei simboli più famosi della capitale austriaca. All’interno del parco ci sono oltre 200 attrazioni (tiro a segno, montagne russe, trenini e tanto altro ancora), una più bella dell’altra. Purtroppo non c’era molta gente a quell’ora, ma non abbiamo perso l’occasione per fare qualche giro sulle giostre. Per Sofia, la nostra bimba più grande, è stata la prima volta che ha fatto una montagna russa con il giro della morte!

Cinque giorni a Vienna: sulle giostre del Prater
Cinque giorni a Vienna: sulle giostre del Prater
Cena da Figlmüller

Tutti parlavano di Figlmüller come del ristorante che serviva la cotoletta più grande e più buona di tutta Vienna, allora abbiamo dovuto testare di persona la bontà di questo piatto tipico viennese. Per sederci al avolo abbiamo dovuto fare un po’ di fila, ma l’attesa è stata ripagata. Effettivamente le recensioni che avevamo letto erano veritiere. Viste le dimensioni enormi della Figlmüller’s schnitzel, il cameriere (molto gentile e simpatico) ci ha consigliato di ordinarne solo 2 per 4 persone, ed effettivamente aveva ragione!

Quarto giorno

Colazione da Demel

Visto che la torta sacher del giorno prima ci era piaciuta tantissimo, abbiamo deciso di metterla a confronto con quella di Demel. Abbiamo raggiunto il centro di Vienna sempre con la metropolitana e ci siamo accomodati al primo piano di questa famosissima pasticceria viennese. La sacher era molto buona, ma un gradino sotto a quella assaggiata il giorno prima. Anche qui abbiamo speso circa 30€ per una colazione in 4.

La Scuola di Equitazione Spagnola

Dopo la colazione avevamo appuntamento alla Scuola di Equitazione Spagnola, che con i suoi celebri cavalli Lipizzani offre esperienze di equitazione di prima classe nella fantastica atmosfera barocca della Hofburg. La mattina abbiamo assistito ad una sessione di allenamento degli esercizi mattutini, mentre poco prima di pranzo abbiamo effettuato un’interessante visita guidata, che ci ha portato anche all’interno delle scuderie.

Pranzo al Bitzinger Würstelstand Albertina

Per il pranzo abbiamo optato per una soluzione “on the road”, prendendo un ottimo panino al Bitzinger Würstelstand Albertina. Avevamo letto che qui servono i migliori würstel di Vienna, ed effettivamente sono proprio squisiti!

Gita sul Danubio

Per il pomeriggio avevamo prenotato una gita in battello sul Danubio con la DDSG Blue Danube, che molto gentilmente ci ha offerto una tariffa agevolata. La gita è stata molto piacevole e ci ha offerto la possibilità di ammirare Vienna da un insolito punto di vista. Prima di salire sul battello avevamo fatto una bella passeggiata lungo il fiume, dove ci sono tantissimi murales da ammirare!

Uno dei tanti murales presenti lungo il Danubio
Uno dei tanti murales presenti lungo il Danubio
Passeggiando a Mariahilfer Strasse

Grazie all’ottimo servizio della metropolitana, dopo la gita in battello, siamo arrivati in un attimo su Mariahilfer Strasse, la più grande e animata strada dello shopping di Vienna. La giornata era bellissima, quindi la passeggiata tra un negozio e l’altro è stata molto piacevole. Se siete amanti dello shopping, qui troverete sicuramente qualcosa che fa al caso vostro!

Cena da Centimeter

Per l’ultima cena viennese abbiamo scelto il Centimeter, un pub molto carino che si trova nel quartiere di Neubau (il distretto n°7). Lo avevamo visto di passaggio due sere prime quando eravamo andati a cena da 7Stern Bräu, ed allora abbiamo deciso di provarlo. Anche loro servono delle ottime birre, ed una grande varietà di piatti. Abbiamo optato per alcuni hamburger e per la classica schnitzel.

Dopo cena, prima di fare ritorno in albergo, ci siamo concessi anche un ultimo giro al Prater in notturna. E ne è valsa la pena, perché con le mille luci del luna park di notte sono veramente bellissime!

Cinque giorni a Vienna: la ruota panoramica del Prater
La ruota panoramica del Prater

Quinto giorno

Purtroppo l’ultimo giorno del nostro viaggio di cinque giorni a Vienna è stato piuttosto breve. Alle 11:37 avevamo il transfer per l’aeroporto (il volo Lauda Motion per Bologna partiva alle 13:50). Ma abbiamo avuto comunque il tempo di fare un passeggiata nel quartiere dove si trovava il nostro hotel, visitando anche il bellissimo parco di Augarten, creato nel 1775 e situato nel quartiere di Leopoldstadt.

Cinque giorni a Vienna: le nostre spese

Biglietto aereo: Abbiamo acquistato il volo Ryanair verso la metà del mese di luglio. La compagnia low cost irlandese aveva lanciato alcune offerte molto interessanti per le varie capitali europee e noi non ci siamo fatti scappare l’occasione. Abbiamo trovato una buona offerta, ed infatti spesa totale per 4 persone è stata di 250€, compresi 3 bagagli a mano da 10 kg da portare in cabina con ingresso prioritario.

Hotel: Quando siamo stati ad Amsterdam abbiamo scoperto la catena degli hotel Meininger. Abbiamo visto che a Vienna c’erano ben 3 strutture di questa catena alberghiera. Visto che ci eravamo trovati molto bene, la nostra scelta è stata piuttosto semplice. Abbiamo optato per il Meininger Hotel Wien Downtown Sissi, prenotando direttamente dal sito dell’albergo, dove ci sono sempre delle promozioni particolari per i bambini (50% di sconto). La spesa totale per il soggiorno di 5 giorni (4 notti) è stata di 348€.

Vienna City Card: La Vienna City Card è stata uno strumento molto utile per il nostro soggiorno nella capitale austriaca. Ne abbiamo acquistate prima due da 72 ore (41,40€ per ogni card comprandola online) compresi i transfer A/R per l’aeroporto e successivamente due da 24 ore (15,30€ per ogni card comprandola online), ed in questo modo siamo riusciti a coprire tutte le giornate, perché la loro validità inizia nel momento della validazione presso le macchinette automatiche. Le Vienna City Card, che includono tutti i mezzi di trasporto urbano, le abbiamo acquistate solo per noi adulti, perché con ogni tessera in possesso di un adulto viaggia gratuitamente anche un bambino. La spesa totale è stata di 113,40€.

Musei e attrazioni: Grazie alla Vienna City Card abbiamo potuto usufruire di diversi sconti sulle attrazioni. L’ingresso al Palazzo di Schönbrunn per due adulti ci è stato offerto, e quindi abbiamo dovuto acquistare solo quello delle bambine. Abbiamo acquistato i biglietti per lo Zoo, per il Natural History Museum e per il giro in battello (con uno sconto del 50%). In totale la spesa è stata di circa 115€.

Le spese di viaggio totali sono state di 830€, alle quali sono da aggiungere poi i soldi spesi per mangiare e per i vari souvenir. Il budget totale per 5 giorni per tutta la famiglia quindi ha superato di poco i 1.000€, per una media di circa 200€ al giorno.


Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *